Gli streamer non appesantiti hanno...

Streamers non appesantiti

Gli streamer non appesantiti hanno due grandi vantaggi in confronto a quelli molto pesanti: in acqua sembrano molto più naturali e, grazie ai loro movimenti ascendenti e scendenti, è possibile farli lavorare molto più vivacemente. Quindi i classici streamer leggeri o poco zavorrati sono ancora molto apprezzati anche al giorno d'oggi (come per esempio il Muddler Minnow).

 È possibile usare molto efficacemente gli streamer non zavorrati anche in diverse profondità: agganciati ad una coda di topo galleggiante in acque lente o poco profonde e portati nello strato superficiale o alcuni centimetri sott'acqua, queste esche faranno faville e spesso garantiscono catture alquanto buone.

Per potere usare questi streamer anche in più profondità, basta zavorrare il terminale a 50 cm dall'esca con un po' di pasta al tungsteno. Ti meraviglierai dell'efficacia di questa semplice montatura.

Se però hai l'intenzione di pescare ancora più in profondità, è consigliabile usare una coda di topo con punta affondante (una coda principale galleggiante con una punta affondante di 2-4 metri) o una combinazione di una coda di topo galleggiante ed un polyleader pesante.

Spesso il successo della pesca a mosca con lo streamer dipende da come l'esca viene "portata" (vivacemente, lentamente o velocemente). Spesso il recupero diagonale alla corrente è il più promettente. Consigliamo di montare lo streamer con un'asola (p. es. nodo rapala) all'occhiello, cosa garantisce un incremento del movimento vivace nell'acqua.