PESCA A MOSCA IN LAGO - tutto quello che c'è da sapere


lancio froll cast o froller

SCOPRI L'ATTREZZATURA, LE MOSCHE E LE TECNICHE DEI PESCATORI A MOSCA PIÙ ESPERTI

La pesca a mosca in lago è parte integrante della cultura del popolo britannico. La pesca a mosca nei cosiddetti loch e reservoir, sia da riva che da imbarcazione, ha una lunga tradizione e gode ancora oggi di grande popolarità. Oltre alla pesca ludica, in Gran Bretagna vengono praticate anche molte gare e di conseguenza lo sviluppo di nuovi prodotti e l'affinamento delle tecniche utilizzate avvengono in modo professionale e innovativo.

Sul continente europeo, invece, la pesca a mosca in lago è stata per lungo tempo un fenomeno piuttosto marginale. Negli ultimi anni, tuttavia, ha conosciuto un'enorme impennata e ci sono diverse buone ragioni per pescare a mosca anche in acque ferme. È irrilevante che si tratti di laghi naturali, dighe e bacini artificiali o laghetti per la pesca commerciale, la pesca a mosca può essere praticata molto bene e soprattutto con successo su tutti questi tipi di acque.

pesca a mosca in lago - laghetto di pesca sportivo

1. QUALI SONO I VANTAGGI DELLA PESCA A MOSCA IN LAGO?

Non tutti gli appassionati di pesca a mosca hanno a portata di mano un torrente di montagna con temoli e trote. Le acque ferme sono di solito più facili e veloci da raggiungere rispetto alle classiche zone di pesca a mosca nelle Alpi e dintorni. Anche l'aspetto economico depone a favore di laghi e laghetti perché generalmente il costo di un permesso giornaliero è inferiore rispetto a quello di un torrente popolato da rustici salmonidi.

Le acque ferme ospitano spesso un'ampia gamma di specie ittiche diverse e interessanti per i pescatori, per cui la pesca in queste acque può essere molto più varia ed emozionante, inoltre le numerose specie di pesci che si trovano nei laghetti a pagamento possono essere insidiate durante tutto l'arco dell'anno. La pesca a mosca in acque ferme è quindi un buon modo per prolungare la stagione e superare attivamente la chiusura di torrenti e fiumi. Infine, ma non meno importante, anche la relativa facilità di cattura del pesce contribuisce a rendere la pesca a mosca nei laghetti molto allettante.

Infatti, il gestore ha interesse a far si che i visitatori o i clienti abbiano successo nelle sue acque. Naturalmente non è una garanzia di cattura, ma i laghetti sportivi hanno di solito un'ottima fauna ittica, per cui le catture non tardano ad arrivare, anche per i principianti.

pesca a mosca secca in lago con salmerino

2. CHE ATTREZZATURA SERVE PER LA PESCA A MOSCA IN LAGO?

La buona notizia: con la tua canna da mosca all-round lunga 9 piedi per coda #5 e con alcuni streamer, mosche secche e ninfe potrai iniziare subito a catturare i primi pesci senza problemi.

Tuttavia, se non hai una barca a disposizione, risulta un po' complicato presentare le tue imitazioni a grandi distanze, soprattutto in acque più grandi. Spesso anche lo spazio per lanciare dalla riva può essere limitato, una recinzione, una siepe, una panchina o persino un argine ripido sono sufficienti a impedire il classico lancio dall'alto.

Per avere comunque successo in queste situazioni, sono state sviluppate canne da mosca e code di topo speciali che consentono di presentare la mosca anche a grandi distanze. Inoltre, un lancio speciale, il cosiddetto Froll Cast o Froller, ti aiuta a lanciare lontano anche quando hai pochissimo spazio alle tue spalle. Ma prima di presentare il Froller nel dettaglio, diamo un'occhiata alla configurazione ottimale dell'attrezzatura per la pesca a mosca in lago.

pesca a mosca in lago con froll cast

3. QUAL'È LA CANNA DA MOSCA MIGLIORE PER LA PESCA A MOSCA IN LAGO?

La canna da mosca ideale per la pesca a mosca in lago deve permetterti di fare sostanzialmente tre cose: distanza, distanza e ancora distanza. Indipendentemente dal fatto che peschi dalla riva o dalla barca, se lanci più lontano coprirai effettivamente più superficie d'acqua, raggiungendo i pesci attivi in maniera facile e veloce. Per questo motivo ti consigliamo una canna di circa 10 piedi di lunghezza (305 cm), perché la leva leggermente più lunga facilita sia il lancio che la gestione di grandi quantità di coda.

Un'azione rapida e progressiva facilita il lancio a grandi distanze. La spina dorsale della canna invece dovrebbe essere abbastanza forte da consentirti di gestire facilmente le speciali code di topo per la pesca a mosca in stillwater. Quest'ultime infatti hanno un belly extra lungo e di conseguenza pesante e con una canna non idonea si rischia di sovraccaricarla o addirittura spezzarla.

La LAKEMASTER di Hotfly Superb è un'eccellente canna da mosca, sviluppata in collaborazione con esperti pescatori professionisti e specificamente progettata per la pesca in acque ferme. La lavorazione e la scelta dei materiali sono di elevata qualità e tutto ad un prezzo assolutamente equo.

canna da mosa per la pesca a mosca in lago lakemaster

La canna da mosca ideale è lunga 10 piedi, progettata per le classi di coda #7/8 e ha un'azione rapida e progressiva. Con un grezzo robusto, anche le code di topo speciali possono essere gestite con facilità.

4. QUAL'È IL MIGLIOR MULINELLO PER LA PESCA A MOSCA IN LAGO?

Come in altre aree della pesca a mosca, il mulinello non è di primaria importanza. Tuttavia, al momento dell'acquisto di un mulinello per la pesca a mosca in lago, ti consigliamo di valutare bene almeno queste 3 caratteristiche:

CAPACITÀ DI CARICO

Una capacità sufficiente, in modo che le speciali code di topo extra-lunghe possano essere avvolte sul mulinello insieme a un backing sufficiente. Niente è più fastidioso di una coda di topo che sfrega contro la gabbia del mulinello durante il recupero del pesce.

FRIZIONE

Anche la frizione del mulinello deve funzionare in modo affidabile, poiché in acque ferme ci si può facilmente imbattere in pesci di taglia importante, soprattutto nelle acque più grandi. Ed è esattamente in questo momento che la frizione del tuo mulinello da mosca deve lavorare perfettamente.

BOBINE INTERCAMBIABILI

Come vedremo, per la pesca a mosca in stillwater si utilizzano sia code galleggianti che code con diversi gradi di affondamento. Per questo motivo, vale la pena prendere in considerazione i cosiddetti mulinelli a cassetta o mulinelli da mosca con bobine intercambiabili. In questo modo si hanno a disposizione code di topo con caratteristiche diverse e sostituibili in maniera molto rapida. Poiché il telaio del mulinello rimane sempre lo stesso, con un mulinello di questo tipo si risparmia anche molto denaro.

mulinello da mosca a sistema cassette con bobine intercambiabili

Un mulinello da mosca con sistema a cassetta facilita la gestione di diverse code di topo.

5. QUAL'È LA CODA DI TOPO MIGLIORE PER LA PESCA A MOSCA IN LAGO?

Innanzitutto, un’ottima coda di topo per la pesca a mosca in lago deve lavorare in sintonia con la canna, evitando di sovraccaricarla durante il lancio. Infatti, più l'abbinamento è equilibrato e più riuscirai a raggiungere distanze considerevoli con facilità e senza sforzi. Inoltre, ci sono alcune caratteristiche speciali che devono essere prese in considerazione.

Da un lato, c'è la maggiore distanza a cui si deve presentare la mosca. Mentre su torrenti e fiumi non è solitamente necessaria una distanza di lancio superiore a 10-15 metri, nella pesca a mosca in lago può capitare che per raggiungere il pesce in attività si debbano raggiungere anche i 25 metri o più di distanza. Una distanza di lancio di 5-10 metri in più può determinare il successo di una sessione di pesca o il ritorno a casa senza aver preso neanche un pesce. La giusta attrezzatura dovrebbe consentirti di raggiungere queste distanze di default e senza troppi sforzi. Pertanto, vengono prese in considerazione solo le code di topo WF delle classi leggermente superiori, come la #7 o la #8.

Le code di topo progettate appositamente per la pesca in lago hanno di solito un corpo (belly) e una conicità anteriore più lunghe, influenzando così la lunghezza totale della coda che può arrivare anche a oltre 40 metri. La conicità più lunga comporta un peso maggiore della coda, soprattutto nei lanci lunghi le canne da mosca vengono caricate parecchio. Pertanto, come già indicato in precedenza, le canne da mosca hanno bisogno di una forte spina dorsale e di un'azione progressiva che arrivi fino al manico, per poter sfruttare al massimo le speciali caratteristiche della coda.

Con queste code di topo è importante anche prestare attenzione allo scopo specifico per il quale sono state progettate, cioè al lancio. Ad esempio non tutte le code di topo sono ideali per essere utilizzate nel classico lancio dall'alto (overhead). Esistono infatti code di topo speciali adatte esclusivamente al lancio Froll Cast o Froller, che conosceremo in dettaglio più avanti.

coda di topo per la pesca a mosca in lago con lancio overhead

Le code di topo per la pesca a mosca in lago differiscono per tecnica di lancio
Coda di topo adatta al classico lancio dall'alto (overhead cast)

coda di topo per la pesca a mosca in lago con lancio froll cast a grandi distanze

Coda di topo specifica per il lancio froll cast (froller)

Nella pesca a mosca in lago la distanza non è tutto, infatti anche la profondità gioca un ruolo fondamentale e dev'essere affrontata con le giuste code di topo. Per questo motivo, in questo genere di pesca non si usano solamente code galleggianti ma anche code con diversi gradi di affondamento. Così facendo si coprono diversi strati d'acqua in maniera efficace e si riesce a portare la mosca esattamente all'altezza dove staziona il pesce.

Anche i modelli speciali di mosche da laghetto, così come i diversi finali e le tecniche di presentazione, sviluppano il loro pieno potenziale solo in combinazione con la giusta coda di topo. Approfondiremo questo aspetto più avanti, quando impareremo a conoscere i migliori dressing per la pesca a mosca in lago.

6. UNA VOLTA SUL LAGO, QUAL È IL MODO MIGLIORE PER INIZIARE?

La domanda può sembrare banale a prima vista, ma una preparazione adeguata ti risparmierà frustrazioni e problemi e ti farà iniziare al meglio la tua avventura di pesca a mosca in stillwater. Dopo aver montato la canna e il mulinello e aver tirato la coda di topo attraverso gli anelli, fai fuoriuscire completamente la coda di topo dal mulinello e stendila applicando un po' di trazione. Lo stiramento della coda, soprattutto quando si pesca in acque ferme, è molto importante perché elimina completamente l'effetto memoria e ti consente di lanciare più lontano.

Le code di topo nuove hanno spesso un rivestimento che le rende lisce e un po' oleose. Questo rivestimento mantiene la superficie della coda morbida e impedisce che si secchi. Tuttavia, soprattutto con le code intermedie e affondanti, è necessario rimuovere questo rivestimento per non influenzare negativamente le proprietà di affondamento della coda.

Un polyleader di 10 piedi di lunghezza trasmette l'impulso di lancio al finale e favorisce un roll-off pulito.

Tutti i modelli di mosca che si vogliono presentare sotto la superficie, dovrebbero essere immersi brevemente in acqua prima di essere lanciati, in modo che il materiale da costruzione della mosca possa assorbire l'acqua e tu riuscirai a presentare la mosca alla giusta profondità fin dal primo lancio. Dopo aver preparato e assemblato tutto, si è finalmente pronti per iniziare ed effettuare il primo lancio.

stesura della coda di topo per rimuovere l'effetto memoria

Lo stiramento della coda contrasta l'effetto memoria e consente lanci più lunghi. Naturalmente, questo è più facile in due persone.

7. COME LANCIARE LONTANO NELLA PESCA A MOSCA IN LAGO

Naturalmente, il classico lancio dall'alto (overhead) può essere utilizzato anche quando si pesca a mosca in laghi e laghetti, ma in questi contesti nella maggior parte delle situazioni non avrai abbastanza spazio alle tue spalle per far volteggiare la coda di topo.

8. IL LANCIO FROLL CAST O FROLLER

A questo punto vorremmo presentarti un lancio speciale, che ti permetterà di portare facilmente la tua mosca a 20 metri o più di distanza anche se hai pochissimo spazio alle tue spalle. Il Froll Cast ti permetterà di lanciare molto lontano nella pesca a mosca in lago anche se sei un principiante e ti assicuriamo che in un pomeriggio di tentativi riuscirai a raggiungere subito distanze considerevoli.

Avere poco spazio alle spalle per poter effettuare il classico lancio della pesca a mosca è una situazione ricorrente soprattutto nei laghi artificiali e nelle cave. Poiché le gare di pesca a mosca si svolgono spesso su questi tipi di acque, i pescatori professionisti hanno cercato il modo di lanciare la propria mosca più lontano dei loro avversari, ed è così che è nato il lancio Froll Cast o Froller. Vediamo insieme passo dopo passo questa variante di lancio molto efficace basata sul roll cast.

Con il Froll Cast è possibile raggiungere 25 metri di distanza con 2 o 3 falsi lanci e tutto con pochissimo spazio alle tue spalle

LANCIARE LONTANO, ANCHE SENZA MOLTO SPAZIO ALLE SPALLE

Lo spazio minimo alle tue spalle per poter eseguire il lancio Froll Cast equivale a una volta e mezza la lunghezza della canna che stai usando ed è questo il vero punto di forza di questa tecnica di lancio.

Prima di iniziare devi far fuoriuscire dal mulinello tutto il corpo della coda (belly) e parte della running line, in modo tale che l'intera porzione di coda che ti servirà per il lancio sia appoggiata sul terreno di fianco a te. Con le code di topo multicolori si può percepire il passaggio dal belly alla running line grazie al cambio di colore e non solo grazie all'assottigliamento.

Con qualche classico roll cast si mettono in acqua i primi metri di coda con relativo polyleader e finale. Fatto questo avrai creato la posizione di partenza ideale per presentare senza sforzo la tua mosca a più di 20 metri di distanza con pochi Froll Cast. Come il classico roll cast, anche il Froll Cast è un lancio ancorato in acqua, cioè sfrutta la resistenza della coda adagiata sull'acqua. La differenza fondamentale è che la parte di coda che viene lanciata in avanti viene posata a terra, accanto e dietro di te durante il lancio all'indietro.

POSA DELLA CODA DI TOPO

Iniziando con la punta della canna rivolta in avanti e con qualche metro di coda posata in acqua, porta la canna da mosca prima verso l'alto e poi all'indietro in modo continuativo lasciando che la coda sollevata si adagi sul terreno. Durante questa operazione, porta la mano che tiene la canna sopra la testa e tieni il braccio leggermente piegato. Tieni presente che nel fare questo movimento le tue spalle devono sempre essere perpendicolari alla riva del lago, i busto del tuo corpo non deve fare nessuna torsione. La mano che tiene la coda di topo segue la mano che tiene la canna in modo che alla fine del backswing entrambe le braccia siano posizionate parallelamente proprio sopra e davanti alla testa.

Ora una parte della coda di topo si trova accanto a te sul terreno, mentre i primi metri della coda si trovano in acqua, così come il Polyleader e il finale. La canna da mosca punta orizzontalmente all'indietro.

Lo scopo di questo lancio all'indietro è quello di stendere una certa quantità di coda di topo accanto e dietro a te in preparazione della fase di lancio successiva. La lunghezza della coda appoggiata al terreno corrisponde anche alla lunghezza della coda che verrà proiettata in avanti durante il lancio. Più coda c'è, più lontano si lancia. Allo stesso tempo, più coda significa anche un loop più grande che si formerà quando si lancia. Tieni a mente che la canna da mosca non viene caricata mentre fai il movimento all'indietro, quest'ultimo ti serve solo per adagiare la coda sul terreno.

Osservando la dinamica dell'intero Froller, il lancio all'indietro e quello in avanti sono completamente separati l'uno dall'altro. È anche possibile fare una breve pausa tra i due movimenti. Grazie a questi indipendenza, questo lancio è anche molto tollerante agli errori. Un backswing non perfettamente eseguito può essere corretto molto facilmente e non influisce negativamente sul lancio frontale. Pertanto, il Froll Cast è molto facile da imparare e molto adatto ai principianti.

È molto bello vedere la compattezza della coda durante il backswing. Il caratteristico "swoosh" si sente molto bene soprattutto durante il movimento in avanti

IL MOVIMENTO DELLA CANNA

Ora muovi velocemente la canna da mosca in avanti fino a che la punta della canna sia rivolta direzione del lancio all'altezza delle spalle. La punta della canna dovrà formare un semicerchio durante il lancio, andando a sollevare la coda da terra. Naturalmente è consigliabile che il terreno sia il più possibile libero da rami, grosse pietre o vegetazione che potrebbero trattenere la coda. Nelle competizioni ufficiali possono essere utilizzati anche dei teloni, tuttavia, questo non è certamente necessario quando si pratica questa pesca per hobby.

Il peso della coda carica la canna da mosca durante il movimento in avanti. Il movimento ad arco viene trasferito alla coda, che segue il percorso della punta della canna e forma un loop, poiché la punta della coda non può scivolare all'indietro perché è ancorata in acqua.

Fermando la canna davanti a te, l'energia della canna da mosca caricata durante il lancio viene trasferita alla coda sotto forma di impulso. Questo fa sì che il loop si srotoli per tutta la lunghezza della coda, sollevandola e rimettendola in acqua sempre più lontano. In questo modo, con pochi falsi lanci, è possibile allungare gradualmente la coda in acqua fino a stendere l'intero belly.

Durante il lancio la punta della canna forma un semicerchio di quasi 180°
La coda di topo segue il percorso della canna e forma un loop

L'impulso di lancio fa sì che il loop si srotoli fino alla punta del finale

LA DOPPIA TRAZIONE

Più coda è stata estratta dal mulinello, più grande sarà il loop che si formerà durante il lancio e conseguentemente più distanza riuscirai a raggiungere. Se hai bisogno di lanciare una maggiore quantità di coda, puoi sostenere l'impulso di lancio con una doppia trazione. Durante l'ultimo lancio in avanti, si può anche usare una doppia trazione per assicurarsi che il polyleader e il finale si stendano bene fino alla punta.

Per fare ciò, muovi la mano che tiene la coda in senso diametralmente opposto rispetto al lancio mentre la canna da mosca si muove in avanti. Il lancio vive della dinamica e della tempistica della sequenza, non della forza utilizzata. Con soli 2 o 3 falsi lanci, si possono raggiungere facilmente i 20 metri e oltre di distanza.

Il braccio della coda e quello della canna si muovono in parallelo. Con la doppia trazione, invece, si porta il braccio della coda all'indietro e verso il basso quando si muove la canna in avanti, in modo che la canna venga ulteriormente caricata

Grazie al movimento semplice, il Froll Cast è anche un gesso rilassante che non stanca. Anzi, l'uso della forza è piuttosto controproducente per il successo del lancio. In questo modo è possibile pescare per ore in modo concentrato ed efficace. Un buon indicatore della corretta esecuzione del lancio è il caratteristico suono "swoosh" che la canna e la coda emettono quando si lancia in avanti. Un Froll Cast ben riuscito si può riconoscere anche dallo srotolamento completo della coda, che fa stendere completamente il finale e la mosca.

Chiunque abbia mai impugnato una canna da mosca e abbia compreso i meccanismi di base del lancio può imparare il Froll Cast in pochissimo tempo. Con un po' più di pratica, si dovrebbe essere facilmente in grado di lanciare a 25 metri e oltre. E questo può essere fatto in modo continuo e piacevole per un periodo di tempo più lungo, con pochi falsi lanci e anche in luoghi in cui non c'è abbastanza spazio per il classico lancio dall'alto.

CANNA E CODA DI TOPO DEVONO ESSERE ABBINATE L'UNA ALL'ALTRA

Un prerequisito per il successo del Froll Cast è l'abbinamento della canna da mosca alla coda di topo. Anche in questo caso beneficiamo della costante spinta all'innovazione nel mondo delle competizioni, tanto che oggi abbiamo a disposizione canne e code altamente performanti e perfettamente abbinate.

Una canna da mosca di circa 3 metri di lunghezza offre una leva più lunga, che facilita il sollevamento, il lancio e la gestione di grandi quantità di coda.

La coda di topo specifica per il Froller, d'altra parte, ha un profilo molto particolare con una conicità anteriore allungata e un corpo (belly) lungo e conseguentemente pesante, perché solo il peso maggiore della coda aiuta a raggiungere distanze maggiori.

Per risparmiarvi la lunga ricerca e le costose prove di diverse combinazioni di canne da mosca e code di topo, abbiamo creato per voi un set completo composto da canna, mulinello, coda e backing già perfettamente abbinate tra loro per praticare con successo il lancio Froll Cast. Tutto è in sinergia e la coda e il backing sono già montati sul mulinello, in modo che questo set arrivi a casa tua pronto per la pesca.

set completo per la pesca a mosca in lago con coda di topo gia montata sul mulinello ideale per froll cast e pronto per pescare

Set completo con canna da mosca, mulinello da mosca, coda di topo e backing, tutto perfettamente abbinato e già montato. Pronto per pescare!

9. LA PESCA SISTEMATICA TI FA CATTURARE PIÙ PESCE

La pesca a mosca è una tecnica di pesca molto attiva e dinamica, anche in acque ferme. In genere, le mosche artificiali imitano insetti, pesci e altre prede. Pertanto, non è certo la tattica più efficace quella di lanciare semplicemente la mosca e aspettare la prima abboccata. Dando loro vita attraverso un movimento appropriato, aumenterai l'attrattiva delle tue imitazioni e avrai maggiori probabilità di invogliare i pesci a prendere le tue mosche. Per fare questo dobbiamo prima scoprire dove staziona il pesce.

guadinata del pesce durante la pesca a mosca in lago

Nella maggior parte dei casi, la cattura nella pesca a mosca in laghetto non tarda ad arrivare

Un buon indizio è la direzione del vento. Se il vento soffia verso nord, il moto ondoso che si creerà trasporterà più alimento verso la sponda nord del lago. I pesci, seguendo il cibo, si raduneranno maggiormente vicino a questa riva. Inoltre, in alcuni momenti il vento concentra sulla riva acque superficiali molto calde o molto fredde e i pesci cercano quindi zone con temperature dell'acqua che corrispondono maggiormente al loro optimum. Oltre a questo anche gli affluenti portano cibo e sono quindi degli ottimi hot spot dove poter posare le tue imitazioni.

È importante tenere presente che può essere faticoso, soprattutto nella pesca a mosca, lanciare costantemente contro vento. In queste circostanze, anche la distanza di lancio ne risente. Un'alternativa potrebbe essere quella di lanciare lateralmente al vento e pescare verso la riva ventosa.

Nei laghi e nei laghetti sportivi, i pesci non si trovano solo in zone diverse, ma anche a profondità diverse. Per trovare lo strato d'acqua in cui stazionano i pesci attivi, dovrai proporre la tua mosca a diverse profondità. Ad esempio, se avvisti avannotti o piccoli pesci nella zona della riva, inizia a pescare con una coda di topo intermedia e uno o due streamer montati in tandem che assomiglino alla forma, al colore e alle dimensioni dei pesci presenti sulla riva. Lancia e recupera le mosche immediatamente, per tenere il finale più in superficie possibile.

Esegui alcuni lanci cercando di coprire a ventaglio la superficie dell'acqua davanti a te. Se i pesci in superficie non sono attivi, ripeti i lanci, ma dopo aver lanciato conta lentamente fino a 5 prima di recuperare. Anche in questo caso, copri l'intera area di fronte a te. Nel giro successivo, conta fino a 10, poi fino a 15 e così via. Se l'acqua è profonda e la coda intermedia impiega troppo tempo ad affondare, può ovviamente avere senso passare a una coda affondante. Ad ogni modo la tecnica rimane la stessa.

In questa maniera si pesca sistematicamente una zona del lago o del laghetto. Non appena ottieni un'abboccata saprai a quale profondità si trovano i pesci attivi e di conseguenza offrirai le tue mosche preferibilmente a questa profondità. Se non ottieni abboccate, puoi passare a dressing più vistosi per invogliare maggiormente i pesci. Se ancora non abboccano, cambia postazione, perché è poco utile continuare a pescare dove non ci sono pesci attivi. Soprattutto nelle acque molto pescate, come i laghetti sportivi, è opportuno cambiare più spesso le mosche e provare diversi modelli.

In sostanza, dovresti rendere le tue mosche molto attraenti per il pesce, dando loro movimento. In questo modo i pesci saranno più propensi a prestare attenzione all'imitazione. Ma c'è un'eccezione a ogni regola. In caso di temperature molto alte o molto basse, acque con forte pressione di pesca, acque in cui si pratica il C&R e altre situazioni particolari, i pesci sono particolarmente sospettosi o letargici e può anche avere senso offrire mosche più piccole come buzzer e ninfe in modo piuttosto statico per invogliare i pesci più timidi ad abboccare.

Di seguito analizzeremo in dettaglio alcuni finali che consentono queste strategie di presentazione.

10. RECUPERO E FERRATA

La tipologia di recupero determina il movimento e conseguentemente l'attrattività della mosca, con lo scopo ultimo di ingannare e invogliare il pesce ad abboccare. Il modo in cui si recupera la mosca, veloce o lento, fluido o a scatti, deve ovviamente essere adatto al modello della mosca. Ad esempio, non ha senso recuperare un popper in modo uniforme, perché sono i movimenti a scatti a creare il caratteristico "pop". Le esche con appendici e code, invece, hanno bisogno di un movimento più continuo per funzionare bene. La velocità con cui si recupera influisce ovviamente sulla profondità a cui si vuole presentare l'esca. Più veloce è il recupero, più l'esca tenderà a rimanere alta.

Prima ancora di iniziare il recupero, la mano che tiene la coda dovrebbe portare quest'ultima verso la mano che tiene la canna e posizionarla, a seconda dei gusti personali, tra il dito indice e/o medio e l'impugnatura della canna. In questo modo è possibile bloccare la coda di topo sull'impugnatura con un movimento minimo del dito per poter ferrare il pesce in maniera tempestiva.

Quando si recupera la coda di topo, la punta della canna deve essere sempre immersa nell'acqua di qualche centimetro. In questo modo si muoverà meno, non ci sarà coda allentata davanti all'anello di punta e si sentiranno in maniera molto più affidabile le mangiate più timide.

RECUPERO ALTERNATO CON STRIPPATE CORTE E LUNGHE

Il metodo più semplice per recuperare la mosca è sicuramente lo stripping, fatto con la mano che tiene la coda. Per farlo, si passa la coda di topo tra le dita della mano che tiene la canna, come spiegato sopra, e la si afferra con la mano che tiene la coda. Questo metodo è molto variabile, perché si possono fare recuperi brevi e lunghi, lenti e veloci e naturalmente anche fare delle pause. Poiché si deve continuare a riafferrare la coda alla fine di ogni bracciata, il recupero è a scatti e la mosca si muove nell'acqua con movimenti e salti piccoli e grandi. Lo strike viene effettuato con la mano che tiene la coda con un movimento di recupero deciso e lungo.

L'alternanza di recuperi lunghi e corti permette alla mosca di muoversi in modo molto variabile

La coda viene fatta passare tra le dita della mano della canna e in questo modo può essere bloccata rapidamente

RECUPERO A MATASSINA

Un recupero lento e costante della mosca lo si ottiene raccogliendo la coda di topo in loop a forma di 8 nella mano tiene la coda. Come si può vedere nel primo video qui sotto, ad ogni avvolgimento si raccoglie circa la larghezza di una mano di coda. Variando il movimento della mano si può variare un po' la velocità ma resterà comunque un recupero abbastanza lento. Quando il pesce abbocca, chiudi la mano con la quale stai recuperando la coda e dai uno strattone deciso verso di te. Questa operazione è più veloce e diretta rispetto all'uso della canna e si perdono meno pesci.

La coda viene raccolta in piccoli loop a forma di 8

La ferrata è più diretta, perché la canna da mosca non smorza il movimento

ROLY POLY

Molto più veloce è il cosiddetto Roly Poly, una tecnica molto particolare in cui si blocca la canna da mosca sotto l'ascella subito dopo il lancio. Si recupera quindi la coda di topo alternativamente con entrambe le mani. La coda recuperata viene posata a terra di fronte a te. Poiché è possibile utilizzare entrambe le mani, recupererai moltissima coda in breve tempo, ma si può variare molto bene il movimento, facendo recuperi lunghi, corti e anche pause. Poiché con questo speciale metodo di recupero la coda non può essere bloccata con le dita sul manico della canna, è ancora più importante tenere sempre la coda tesa con almeno una mano, in modo da poter ferrare in ogni momento. Come si può vedere nel secondo video, la ferrata avviene tirando con la mano la coda di topo. Dopo lo strike, bisogna prendere immediatamente la canna e gestire il pesce come di consueto.

All'inizio ci vuole un po' di tempo per abituarsi a fare questo recupero con la canna sotto il braccio.

Una mano deve essere sempre sulla coda, in modo da poter ferrare in qualsiasi momento

11. QUALI SONO LE MIGLIORI MOSCHE DA LAGO?

MODELLI NATURALI

Naturalmente è possibile pescare anche in laghi e laghetti con i soliti dressing, perché anche in queste acque i pesci si nutrono principalmente di insetti, piccoli pesci e altre prede. Pertanto, le tue mosche secche, emergenti, ninfe e streamer possono tranquillamente avere successo in queste situazioni.

Tuttavia, mentre nei torrenti e nei fiumi la corrente dà vita alle tue mosche artificiali, muovendo le imitazioni e lasciando che le zampe, le antenne e le altre appendici giochino in modo seducente nell'acqua, in acqua ferma le tue mosche artificiali prendono vita solo grazie ai movimenti che imprimi alla coda durante il recupero. Questa categoria di imitazioni naturali può essere ampliata in acqua ferma dal gruppo dei cosiddetti buzzer, che imitano le larve delle mosche e assomigliano alle ninfe.

Fly fishing stillwater fly pattern buzzer twitch midge larva chironomids
Fly fishing stillwater fly pattern buzzer twitch midge larva chironomids

I buzzer imitano le larve dei chironomidi, che possono essere presenti in gran numero nelle acque ferme e costituiscono un'importante fonte di cibo per i pesci

Oltre ai vari modelli di mosche realistiche, esiste anche un'intera gamma di mosche artificiali speciali utilizzate nella pesca a mosca in stillwater. Si tratta di dressing molto appariscenti sia visivamente che in termini di movimento e si sono dimostrate estremamente catturanti, soprattutto sulla pesca di trote nei laghetti sportivi. Come abbiamo visto per l'attrezzatura e la tecnica, anche lo sviluppo dei dressing e dei materiali da costruzione è spinto principalmente dalla pressione competitiva della scena agonistica.

Questi modelli di mosca appariscenti, attirano i pesci attraverso vari stimoli sensoriali e hanno quindi maggiori probabilità di essere notati in acque con un'alta pressione, riuscendo a stimolare pesci sospettosi o letargici. Oltre ai colori vivaci e contrastanti, queste mosche hanno un bel movimento in acqua ed emettono vibrazioni per stimolare la curiosità dei pesci.

Qui vi presentiamo brevemente boobies, blobs, fabs, imitazioni di uova e streamer speciali per stillwater, spiegandovi quando e come utilizzarli al meglio.

scatola porta mosche del pescatore a mosca in lago professionista

La tipica scatola porta mosche del pescatore di lago

BOOBIES

I boobies sono il nome dato a tutti quei modelli di mosca che hanno una testa galleggiante, solitamente in foam, che imita un paio di occhi sovradimensionati. Il corpo, invece, può essere voluminoso o sottile, compatto o allungato. I boobies fanno parte del repertorio standard di un pescatore a mosca in acque ferme e non dovrebbero mai mancare nella tua scatola porta mosche. Oltre al loro fascino visivo, è il loro movimento caratteristico che rende i boobies così estremamente catturanti.

Gli "occhi" dei boobies creano resistenza all'acqua durante il recupero, favendoli muovere vivacemente. Inoltre, questa resistenza induce un movimento ondulatorio, in modo che le appendici e le code si muovano in modo seducente nell'acqua. Per le loro proprietà di galleggiamento, i boobies vengono presentati come standard su una coda galleggiante.

In questo caso, il booby è normalmente attaccato come mosca di punta. Modelli più piccoli su uno o più braccioli laterali aumenteranno le possibilità di cattura. Di seguito presentiamo alcuni terminali standard in modo più dettagliato. Un'altra variante ingegnosa è quella di offrire i boobies galleggianti su una coda affondante. Questo permette presentarli a qualsiasi profondità desiderata. Quando si recupera la coda di topo, i boobies si muovono verso il basso in direzione della coda affondante e, durante la pausa del recupero, il booby risale lentamente grazie alla propria galleggiabilità.

Utilizzando code di topo con diversi gradi di affondamento e combinandole con diverse lunghezze di finale, dimensioni delle mosche e velocità di recupero, nonché effettuando soste e pause variabili durante il recupero, è possibile offrire i boobies in modo estremamente vario e attraente in diverse profondità d'acqua.

Booby black yellow Marabou barbless stillwater fly fishing fly pattern floating

Gli "occhi" sovradimensionati dei boobies fanno sì che la mosca galleggi e si muova bene quando viene recuperata

Booby red white Marabou barbless stillwater fly fishing fly pattern floating

Le lunghe fibre di Marabou forniscono un movimento molto vivace a tutte le velocità di recupero

BLOB

I blob sono un gruppo di mosche piuttosto compatte, cespugliose e voluminose che sono molto popolari come mosche stimolanti. Si utilizzano sia senza peso che con una piccola perlina in testa che li fa affondare lentamente. I Blob possono essere presentati in modo incredibilmente variabile e attirano l'attenzione soprattutto per i loro colori vivaci. Il pesce prende direttamente il blob oppure il piccolo buzzer o la ninfa montata sul bracciolo.

Su un finale abbinato a uno streamer in punta, il blob spesso provoca un'invidia alimentare per cui i pesci si avventano sul blob o attaccano direttamente lo streamer. Utilizzato leggermente appesantito come mosca di punta, il blob fornisce un affondamento lento, costante e naturale di buzzer e ninfe montate sul bracciolo. I blob sono molto catturanti grazie alla loro versatilità in situazioni molto diverse e sono anche facili da costruire. Pertanto, sono un modello di mosca molto apprezzato soprattutto dai principianti e con il loro utilizzo i primi successi in acqua ferma non tardano ad arrivare.

Blob yellow pink head bead Flash barbless stillwater fly fishing fly pattern

Un modello molto versatile: il Blob

Blob yellow green chartreuse head bead Sililegs barbless stillwater fly fishing fly pattern

In questo modello, sottili strisce di silicone assicurano un ulteriore movimento

FABS

FAB è l'abbreviazione di Foam Arsed Blob e, come suggerisce il nome, questo gruppo di mosche artificiali è una variante del blob in cui un corpo galleggiante in foam è legato nella parte posteriore della mosca. Proposti su una coda galleggiante, i FAB come mosca di punta possono essere presentati insieme a buzzer o ninfe appena sotto la superficie dell'acqua e quindi esattamente dove le emergenti delle mosche si fermano brevemente quando salgono per schiudersi. E qui verranno prontamente mangiate dai pesci in grandi quantità.

Legato al primo bracciolo laterale dopo la coda galleggiante, il FAB funge da indicatore di abboccata e le mosche montate dopo di esso affondano lentamente e in modo uniforme. Non appena si inizia il recupero, si spostano di nuovo verso la superficie per affondare lentamente durante le pause. Grazie al corpo galleggiante, tuttavia, possono essere utilizzati anche su code affondanti in modo simile ai boobies. Non appena la coda è affondata alla profondità desiderata e si inizia a recuperare, il FAB viene tirato giù e risale lentamente verso la superficie durante le pause di recupero.

FAB orange pulse chenille foam buoyancy barbless stillwater fly fishing fly pattern floating

Il FAB è una variazione del Blob

FAB red pink tail chenille foam buoyancy barbless stillwater fly fishing fly pattern floating

La coda in foam fornisce la necessaria galleggiabilità

UOVA DI PESCE E PASTA PER ESCHE

Le uova di pesce e la pasta per esche sono modelli di mosca che possono dare ottimi risultati, soprattutto nei laghetti di pesca sportiva con un'alta pressione di pesca. In queste acque, i pesci sono abituati alla pasta, utilizzata da molti pescatori, e se ne nutrono voracemente quando cade dall'amo durante il lancio. Lo sviluppo di materiali innovativi per la costruzione delle mosche ha permesso di imitare non solo il colore e l'aspetto di questa pasta da pesca, ma anche la sua consistenza gelatinosa.

Il materiale Eggstasy Chenille assorbe molta acqua, diventa leggermente traslucido e ha una consistenza simile alle uova di pesce naturali o alla pasta da pesca, in modo che i pesci non si insospettiscano quando prendono la mosca e non sputino immediatamente il presunto boccone gustoso. Questi modelli di mosche molto speciali possono essere presentati molto bene anche da soli. In combinazione con code di diverso grado di affondamento si possono offrire ai pesci imitazioni uova e pasta a diverse profondità. In combinazione con uno streamer, susciterete in molti pesci l'invidia per il cibo, tanto che prenderanno la mosca anche se non si stanno alimentando attivamente.

Fish Egg Paste red white bicolour Eggstasy Chenille barbless stillwater fly fishing fly pattern

Un vero e proprio consiglio da insider, soprattutto nei laghetti di pesca con alta pressione di pesca

Paste chartreuse pink bicolour Eggstasy Chenille barbless stillwater fly fishing fly pattern

Il materiale per la costruzione di mosche Eggstasy Chenille imita perfettamente la consistenza gelatinosa delle uova di pesce e della pasta

STREAMER

Gli streamer imitano perfettamente piccoli pesci, avannotti e altre prede, e non sono quindi un modello di mosca specifico per la pesca a mosca in acque ferme ma vengono utilizzati con successo anche in acque correnti. A causa di alcune differenze tra acque ferme e correnti, gli streamer devono avere alcune caratteristiche specifiche per l'uso in laghi e laghetti. Uno streamer è più catturante quando scivola in acqua nel modo più realistico possibile e si muove in maniera sinuosa.

Se nelle acque correnti lo streamer inizia a muoversi immediatamente grazie alla corrente, nei laghi questo non avviene. Il suo movimento dipende molto dai materiali di costruzione utilizzati e dalla tipologia di recupero che pratichi. Un appesantimento eccessivo sarebbe controproducente, quindi si dovrebbe optare per streamer appesantiti con cautela e che abbiano un movimento proprio, in modo da pulsare piacevolmente quando vengono recuperati.

Streamer Wooly Bugger Fluo Pink barbless Stillwater Fly Fishing Fly pattern

Gli streamer Stillwater sono appesantiti con cautela

Streamer white chartreuse Eggstasty barbless Stillwater fly fishing fly pattern

I materiali vivaci per la costruzione di mosche sono molto attraenti in acqua, anche in assenza di corrente

12. QUALI SONO LE MIGLIORI MONTATURE PER LA PESCA A MOSCA IN LAGO?

Abbiamo già accennato brevemente al giusto abbinamento tra montature e mosche speciali da lago. Naturalmente, il successo di una montatura dipende da molti fattori. Innanzitutto dall'acqua in cui peschi, dal tipo di pesce che vuoi insidiare e dalla loro attività, ma anche dalla mosca o dalla combinazione di mosche che hai scelto. Qui di seguito vorremmo presentarti le tre migliori montature per la pesca a mosca in lago. Queste sono le varianti più comunemente utilizzate e sono una perfetta base di partenza. Con l'aumentare della tua esperienza potrai modificare questi terminali per adattarli ad ogni situazione.

"WASHING LINE" GALLEGGIANTE

I principianti di solito si trovano meglio con una coda di topo galleggiante quando pescano a mosca in lago. È facile da maneggiare e controllare, sia nel lancio che nel recupero. Pertanto, la montatura che ti mostreremo si basa su una coda galleggiante, che idealmente dovrai equipaggiare con un polyleader trasparente lungo 10 piedi (305 cm). Le moderne code di topo e i polyleader possono essere collegati in modo rapido e semplice grazie ai loop incorporati. Il polyleader forma una transizione ben graduata verso il finale e trasmette l'impulso di lancio in modo più uniforme, in modo che l’intera montatura si stenda bene fino alla punta.

L’intera montatura è realizzata in monofilamento di nylon ed è lunga 230 cm con uno spessore di 0.20 mm. Va collegata al polyleader tramite connessione loop to loop mentre i braccioli vanno legato a 70 cm uno dall’altro. I braccioli possono essere dello stesso diametro del finale e devono avere una lunghezza di almeno 12 cm circa, questo per far sì che la mosca abbia modo di muoversi liberamente. È possibile migliorare il movimento attaccando le mosche non con un nodo fisso, ma con un piccolo nodo ad anello, ad esempio un perfect loop.

Inoltre, i braccioli di una certa lunghezza consentono di cambiare più mosche senza che diventino subito troppo corti. Le mosche adatte ad essere legate ai braccioli laterali sono ninfe piccole e leggere o buzzer. Un booby viene generalmente legato in punta. Grazie alla coda galleggiante e al booby, il terminale è tenuto a galla e ben teso come se fosse un filo per stendere il bucato, sul quale in questo caso non sono appesi vestiti ma mosche artificiali sui due braccioli laterali. Ecco da dove deriva il nome di questo finale.

montatura washing line galleggiante per la pesca a mosca in lago

La "washing line" galleggiante è semplice da montare e facile da utilizzare. Le mosche possono essere presentate in modo statico o recuperate lentamente

Le due mosche sul bracciolo laterale galleggiano appena sotto la superficie dell'acqua e vengono mosse lentamente e ritmicamente su e giù dal moto ondoso e dal lento recupero della coda. La booby funge da galleggiante, indicatore di abboccata e mosca da richiamo, ma spesso viene anche morsa dal pesce se la si lascia danzare piacevolmente sulla superficie durante il recupero.

montatura washing line galleggiante per la pesca a mosca in lago

Con la "wahing line" galleggiante è possibile offrire diversi dressing naturali come buzzer o ninfe appena sotto la superficie dell'acqua

"WASHING LINE" AFFONDANTE

La versione affondante di questa montatura è molto simile. Al posto della coda galleggiante si sceglie una coda intermedia o affondante, a seconda della profondità dell'acqua, e la si combina con un polyleader appropriato. Il grado di affondamento della coda di topo deve essere uguale o superiore al grado di affondamento del polyleader, in modo che la coda formi una pancia in acqua, con la coda affondante sul punto più basso.

La montatura viene costruita in maniera identica a quella vista in precedenza e anche le singole lunghezze e distanze non cambiano. All'estremità del finale viene fissato un booby (o in alternativa un FAB). La differenza rispetto alla variante precedente è che le mosche sui braccioli laterali possono essere un po' più grandi, più appariscenti e anche un po' più pesanti. Ad esempio, si può legare un blob, uovo di pesce, una ninfa, un buzzer o una mosca emergente.

montatura washing line affondante ed intermedia per la pesca a mosca in lago

La "washing line" affondante è simile alla versione galleggiante, con le stesse lunghezze e distanze. La coda di topo invece dovrebbe affondare ad un tasso uguale o superiore a quello del polyleader

Dopo il lancio, la coda di topo affondante porta tutto in profondità, ma il corpo galleggiante del booby permette al finale di affondare più lentamente della coda. Quando la coda di topo ha raggiunto la profondità desiderata, è possibile recuperarla. In questo modo il booby e quindi il finale scendono ulteriormente verso il livello della coda. Nella pausa, il booby risale lentamente verso la superficie dell'acqua sollevando il finale insieme a lui. In questo modo peschi su profondità diverse in modo molto efficiente.

montatura washing line affondante ed intermedia per la pesca a mosca in lago

Il booby si alza in superficie durante le pause e fornisce un movimento ondulatorio alle mosche sul bracciolo

MONTATURA "TANDEM"

La montatura tandem si combina al meglio con due streamer, di cui quello sul bracciolo è solitamente più piccolo, mentre quello in punta imita il piccolo predatore che insegue il pesce preda davanti a sé. Questa montatura può essere utilizzata con una coda galleggiante, intermedia o affondante, a seconda delle condizioni dell'acqua e dell'attività dei pesci. Anche in questo caso, un polyleader aiuta a lanciare e stendere l'intero finale in modo pulito, anche con gli streamer che possono avere un po' più di resistenza all'aria. Per garantire il collegamento più diretto possibile, le caratteristiche di galleggiamento o affondamento della coda di topo e del polyleader devono essere abbinate. La montatura può essere un po' più corta, intorno ai 160 cm, dato che vengono legate solo due mosche, inoltre, la montatura più corta evita anche che gli streamer vengano recuperati in uno strato d'acqua diverso da quello in cui si trova la coda di topo quando vengono utilizzati con una coda affondante. La distanza tra le due mosche e il polyleader deve essere uguale. Il diametro minimo consigliato, di 0,20 mm, ovviamente a seconda della specie ittica che vuoi pescare è necessario modificarlo, poiché gli streamer tendono ad attirare i pesci più grandi. Il recupero può essere molto variabile, con strippate brevi o più lunghe o stile Roly Poly ad alta velocità, dipende tutto dal tipo di pesce che vuoi insidiare e dalla sua attività.

Proporre più di una mosca aumenta le possibilità di cattura, anche con gli streamer

Qualunque sia l'attrezzatura, la mosca e la presentazione scelta, ti consigliamo di pescare con più di una mosca. Questo aumenta enormemente le possibilità di cattura. I finali qui presentati, così come le lunghezze e i diametri indicati, sono solo delle linee guida. Prova e regola tutte le variabili in modo da trovarti bene sulla tua acqua e con le tue mosche, divertiti a pescare e ottimizza il tuo successo di cattura.


Commenti

Grazie per il completissimo tutorial sulla pesca in lago in generale e sul lancio froller in particolare. Veramente ben fatto. Un testo chiarissimo, scritto con uno stile nitido e pulito come raramente capita di incontrare nella maggior parte dei blog che si occupano di pesca. 1000 Mosche si conferma il miglior sito al quale si possono rivolgere quegli appassionati che si sentono, oltre che pescatori con la mosca, anche dei veri sportivi. Giulio Soavi

Giulio S., 17.08.22 20:35
Totale voci: 1

Accedi al tuo account per poter scrivere un commento.