07.08.2017 17:38 | 0 Commenti

Pescare a mosca sul Passirio - tutto ciò che devi sapere

In questo articolo ti diciamo in forma compatta tutto quello che devi sapere sulla pesca a mosca sul Passirio (Alto Adige). Non hai tempo per leggere? Quasi in fondo trovi le informazioni fondamentali a colpo d'occhio!

1. Alcune informazioni generali

Pescatori a mosca provenienti da tutta Europa considerano il Passirio come uno dei migliori fiumi dell'Alto Adige. La rara combinazione di acque squisite da salmonidi, una valle rustica con abitanti che ci tengono alle loro tradizioni, un paesaggio di montagna ancora intatto e gli ottimi alberghi rendono la Val Passiria uno hotspot per i pescatori a mosca e per eventuali membri di famiglia o amici che non pescano. Oltre all’Aurino, il Passirio rappresenta uno dei fiumi più belli dell'Alto Adige. Ha il grande vantaggio di non essere influenzato da ghiacciai.

Passirio in primavera

Il Passirio in primavera con poca acqua

Immerso nell'idilliaca Val Passiria, il fiume scorre in grandi parti estremamente vario dentro un ampio alveo (almeno confrontato a tipiche situazioni altoatesine). Grandi massi naturali hanno causato alcune vasche profonde, che si alternano con numerosi tratti veloci, lame e ghiaiose zone piane. I lavori di rinaturalizzazione eseguiti da parte dell’agenzia per la protezione civile (ufficio bacini montani) negli ultimi 10 anni hanno ulteriormente migliorato la situazione ecologica. Grazie agli spazi esistenti e l’ottima struttura del alveo fluviale si è formato un ottimo habitat per i salmonidi, un sogno per noi pescatori a mosca.

La trota marmorata autoctona rappresenta la specie di pesce più importante del Passirio ed è fortemente sostenuta (in maniera sostenibile). Inoltre sono presenti le trote iridee e le trote fario. A causa del potenziale rischio di ibridazione tra marmorata e fario quest’ultima non è più sostenuta.

trota marmorata del Passirio

Bella marmorata, ingannata con uno streamer pesante da scazzone

2. Uno sguardo avanti e indietro

La particolarità del Passirio sono gli storici diritti di pesca, che dal 14° secolo dalla proprietà dei cosiddetti "Masi degli scudieri" (Schildhöfe in tedesco). Gli scudieri, fortemente radicati nella Val Passiria, gestiscono le loro acque in maniera sostenibile, basandosi su una gestione con specie ittiche il più possibile autoctone (trota marmorata).

Sepp Dandler e Armin Schwarz stanno dirigendo con successo la pesca nella Val Passiria. Sono riusciti ad impostare una pesca a mosca di qualità, senza essere elitaria o troppo costosa – per una buona parte del Passirio sono disponibili dei permessi giornalieri ad un prezzo ragionevole. Clicca qui per andare sul sito degli Scudieri.

3. Di quali mosche ho bisogno?

l Passirio è un sogno per chi pesca a ninfa e a mosca secca.

Soprattutto dalla tarda primavera ad inizio autunno ci sono buone probabilità di avere successo a mosca secca, pescando in caccia. Questa tecnica è ideale quando i pesci non bollano e ci sono poche attività in superfice. L'utilizzo di mosche secche da caccia, quindi di modelli voluminosi, ben galleggianti e ben visibili, spesso è molto promettente, perché appelliamo al bilancio energetico dei nostri ami pinnati - nessuna trota di taglia si vuole fare scappare il presunto boccone che presentiamo! Devi solo assicurarti che la profondità dell'acqua non superi i 60-70 cm di profondità, tratti veloci non sono problematici. Ogni tanto l’intenzionale dragaggio della mosca, in prossimità della riva, è lo stimolo chiave per un’abboccata violenta!

Lo streamer è particolarmente indicato in periodi di alta portata e acqua torbida.

Grande perla ninfa di plecottero
Ninfa in tungsteno, molto catturante
 

In questo breve video potrai vedere una trota iridea del Passirio, ingannata con una mosca da caccia:

Trota iridea ingannata con mosca secca da caccia (Video)

4. I migliori tratti del Passirio per pescatori a mosca

Se vuoi pescare a mosca sul Passirio sono disponibili ca. 10 km (solo mosca) di fiume.

Inoltre puoi pescare in ulteriori 9 km di acque, nelle quali sono ammesse anche altre tecniche di pesca (tratti A e A1), vedi mappa a destra.

Ti consigliamo di acquistare un permesso giornaliero per una delle seguenti sezioni del Passirio:

  • Tratto B (lungo 5,5 km)
  • Tracco C (lungo 4,5 km)

Entrambi i tratti sono riservati esclusivamente ai pescatori a mosca. Il tratto C è gestito come zona No-Kill, quindi non è ammesso prelevare il presce, mentre nella sezione B è ammesso prelevare fino a 3 capi.

Il prezzo per un permesso giornaliero nella sezione B è di 30 €, nella sezione C (No-Kill) di 35 €. Come vedi, il permesso per il tratto No-Kill costa leggermente di più, perché la probabilità di ingannare una delle grosse trote marmorate è ancora più alta.

In entrambe i tratti la pesca a mosca è consentita solo con mosche artificiali dotate di ami senza ardiglione e con mosche con ardiglione schiacciato.

Attenzione, il permesso giornaliero per il tratto No-Kill è disponibile solo presso questi punti di vendita: Associazione Turistica San Martino e San Leonardo, Bar "Pfandler", Osteria "Passerbar" e birrificio "Martinerhof".

Sula mappa adiacente potrai orientarti, studiare i confini dei vari tratti del fiume e trovare i numeri di telefono dei vari punti di vendita dei permessi giornalieri.

Clicca per visualizzare e stampare il regolamento di pesca nel formato PDF.

Regolamento di pesca del Passirio

Sulle seguenti due video si possono vedere le immagini del drone dei tratti B e C:

Passer Zone B from Schildhöfe Passeier on Vimeo.

Zone C No Kill from Schildhöfe Passeier on Vimeo.

Qui ci sono alcune impressioni dettagliate della struttura del fiume (tratto B, fine estate)

5. Guiding con Arnold Gufler – una raccomandazione

Arnold Gufler è nato nella Val Passiria, pesca nel Passirio sin da piccolo e di conseguenza consce ogni buca di questo meraviglioso fiume. È l'unica guida Sudtirolese certificata EFFA (European Fly Fishing Association), inoltre è istruttore di lancio certificato EFFA. Oltre al classico servizio di guida offre corsi di base e di perfezionamento di lancio e di pesca a mosca.

Se non hai ancora pescato nel Passirio o se vuoi migliorare la tua tecnica durante le vacanze, Arnold Gufler è l'uomo giusto. È una persona seria e cortese che riesce a farti conoscere i misteri del Passirio in breve tempo. Clicca qui per andare direttamente sul sito di Arnold.

Arnold Gufler Guida di pesca a mosca

Arnold Gufler, guida e istruttore di lancio EFFA, pescando sul Passirio

Un piccolo consiglio: fatti portare da Arnold a pescare nel rio Plan, un piccolo affluente del Passirio. Conosce gli hospot più nascosti di questo rio di montagna e te lo fa vedere senza problemi. Il permesso giornaliero costa 25 €, è possibile prelevare fino a 3 capi.

Rio Plan - pesca a mosca 1
Rio Plan - pesca a mosca 2

Sopra: immagini del Rio Plan, a sinistra con Arnold Gufler

INFOBOX PASSIRIO:

Voto: 1/5 = insufficiente 5/5 = ottimo

  • Provincia: Alto Adige
  • Località: Val Passiria
  • Fiume: Passirio (Passer in tedesco)
  • Bellezza paesaggio: 4/5
  • Offerta alberghiera: 5/5
  • Attrazioni turistiche: 3/5
  • Tratti d'acqua interessanti: zona B e C (No-Kill)
  • Prezzo permesso giornaliero: 30 € (zona B) e 35 € (Zona C)
  • Stagione di pesca: 2° domenica di febbraio fino al 30/09
  • Contatto gestore: www.schildhoefe.com
  • Tratti solo mosca: sì
  • Mosca senza ardiglione: sì
  • TECNICHE CONSIGLIATE:
    • Ninfa (60%)
    • Mosca secca (30%)
    • Streamer (10%)
  • SPECI DI PESCI:
    • Trota marmorata (30%)
    • Trota iridea (55%)
    • Trota fario (10%)
    • Salmerino di fontana (5%)
  • Difficoltà: da poca a parecchio, a seconda del tratto
  • Accessibilità Località: 4/5
  • Accessibilità Acqua: 4/5
  • Quantità di pesce selvatico: 4/5
  • Quantità di pesce: 4/5
  • Punteggio totale: 4/5
Passirio in estate

6. Alcuni alberghi che possono essere di interesse per te come pescatore a mosca

Pesca a mosca Passirio

Il Passirio, un fiume da sogno per la pesca a mosca in Alto Adige


Accedi al tuo account per poter scrivere un commento.